Home >> La Storia

La Storia


L'Azienda ha origine ad Arezzo nel 1950 dove i due fratelli Gino ed Eugenio Bicchi fondano la "Fratelli Bicchi società irregolare", unendo la loro passione e le loro competenze di carpenteria iniziarono la produzione di piccoli attrezzi adatti a differenti tipi di raccolto.
Grazie alla loro esperienza e alle loro intuizioni, progettarono ed iniziarono a costruire una macchina, il "trinciaforaggi", utilizzato per triturare il fieno, la paglia, l'erba per l'alimentazione del bestiame. Nel 1955 il "trinciaforaggi" brevettato Bicchi, per i risultati pratici e convenienti, veniva sempre più apprezzato in tutta Italia: figurava in diverse esposizioni e riceveva riconoscimenti e premi da vari enti nazionali.
Alla fine degli anni cinquanta, con lo sviluppo della meccanizzazione agricola anche nel campo della fienagione e la chiusura di gran parte delle piccole aziende agricole, il "trinciaforaggi" risultava un attrezzo superato e la Bicchi si adeguò in conseguenza delle mutate esigenze di un' agricoltura in evoluzione.
Nascevano così i rimorchi agricoli e relativi derivati che, rispondendo prontamente alle nuove esigenze incontrarono da subito il favore dei clienti. La domanda di rimorchi si rilevò immediatamente interessante ed i primi scambi commerciali cominciarono con le province e le regioni più vicine. Nel frattempo si registravano le prime esportazioni, che si concretizzavano in forniture di rimorchi agricoli adatti alle particolari esigenze agricole dei paesi africani.

Con la trasformazione delle produzioni anche la forma societaria, mutava in aderenza ai tempi, nasceva così nel 1975 la "Fratelli Bicchi s.r.l." che si trasformava definitivamente in "Bicchi s.r.l." nel 1997

 

La Bicchi, ora, avendo partecipazioni in società in Italia e all'estero, è divenuta centro di riferimento, di sviluppo e di distribuzione di altri marchi che operano nel mercarto globale.